La Trasfigurazione

 

intero-1La Trasfigurazione  è un telero di 549 x 234 cm. allocato nel soffitto del santuario di S. Maria della Grazia, fuori le mura di Alife;  itinerario della via francigena. È composto da tre tele: quella centrale ha per soggetto la trasfigurazione del Messia sul monte Tabor ( Mc 9, 2-13 ), misura 315 x 234 cm; le due lunette rappresentano i due profeti, Mosè ed Elia, e misurano, ciascuna, 117 x 234 cm.L’opera è dipinta su tela di lino con pigmenti sciolti in olio di papavero e vari olii essenziali, su una preparazione a gesso e colla lapin.La gamma cromatica è concepita in base al contenuto simbolico della luce che informa l’episodio evangelico. Gli azzurri oltremare, i rosa, le ocre e i violetti sostengono il bianco puro dell’articolato panneggio del Redentore. Quest’opera risponde ad un particolare profilo teologico ispirato all’estetica trascendentale di Hans Urs von Balthasr.

V.S.

Sol Invictus

colonna illuminata - Copia (2)

Sol Invictus  è parte di  un  progetto riguardante il simbolismo solare che include riferimenti  storico-artistici, letterari e alchemici. Si tratta di una colonna alta circa 4 metri, a base quadrangolare, con quattro lati che recano 16 affreschi, ovvero 16 variazioni del mito di Mithra. Lo stilobate, gli angoli e il capitello sono rivestiti in ceramica bianca. E’ un progetto che ho ideato e realizzato tra il 2010 e il 2011 nell’accademia di Brera per il corso di affresco. Mi avvalsi della collaborazione di alcuni allievi che formai su tecniche specifiche di affresco e modellazione ceramica. La colonna fu esposta alla 54ª Biennale di Venezia, nel padiglione Italia, su invito di Vittorio Sgarbi.

V.S.