Biografia

Vincenzo Sorrentino

Biografia di Vincenzo Sorrentino

Vincenzo Sorrentino nasce a Torre Annunziata il 18 maggio 1956. La sua formazione artistica avviene presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli dove studia Pittura, laureandosi nel 1981.

A partire dal 1986 insegna pittura presso l’Accademia napoletana. Intanto, per un approfondimento dell’opera Threni, conduce studi di filosofia e teologia presso la Facoltà Teologica San Luigi di Napoli.

Precoce disegnatore, nel 1977 i suoi disegni vengono apprezzati da Oreste Del Buono e pubblicati su riviste milanesi.

L’attività espositiva ha inizio nel 1984 in luoghi istituzionali, gallerie private e presso Istituti di Cultura, connotandosi come un artista neobarocco.

Trasferitosi a Milano nel 2001 istituisce il corso di Teoria e tecnica dell’ affresco presso l’Accademia di Brera. In questi anni approfondisce la tecnica dell’affresco attraverso un’analisi dei trattati dell’arte medievali e rinascimentali.

 

Nel 2005 dà vita al progetto Ritter ideato per l’Accademia milanese. Coadiuvato da studenti che frequentano il suo corso realizza un cartone per affresco di otto metri quadrati sottolineando le tecniche del disegno rinascimentale.

L’opera, insieme a tre affreschi, verrà esposta al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. In questa occasione gira la video- opera Handriss.

È del 2011 il secondo progetto per l’Accademia di Brera in cui elabora e costruisce, con la collaborazione di alcuni allievi, una colonna istoriata, di circa quattro metri, dipinta ad affresco, ispirata al mito di Sol Invictus.

L’opera segnalata da Vittorio Sgarbi sarà esposta alla 54ª edizione della Biennale di Venezia e presentata successivamente alla Villa Mascolo di Portici, dove tuttora è esposta.

Nel 2012 fonda Rosso Armeno, una produzione di opere in ceramica e bronzo che spaziano dalle sculture, agli oggetti di uso quotidiano, agli ornamenti e ai complementi di arredo architettonico. La prima collezione di opere è presentata da Philippe Daverio, nella primavera del 2014, nelle sale del Castello di Grumello, sede di eventi culturali promossi dalla proprietaria Cristina Kettliz.


Esposizioni ed eventi

Un pessimo lunedì
Accademia Pontano, Napoli, 1984, con presentazione di Michele Prisco e Mario Pomilio.

Threni.
Centro San Fedele, Milano, 1989, con presentazione di Michele Prisco e Ettore Franco.

Ludi di Maggio.
Istituto Italiano di Cultura di Grenoble,1992, con presentazione di Nino D’Antonio

Ludi Maggio
Palazzo Reale di Napoli, 1993, a cura della Società Dante Alighieri

Carnage
Istituto di Cultura Francese di Napoli, 1994, a cura di Jean Noel Schifano

Blu Innocente
Reggia di Caserta, 1998, con presentazione di Miro Silvera e Aldo Vella

Anime e corpi
Galleria Blanchaert, Milano,2003, con presentazione di Miro Silvera

Bacco Tabacco e Venere
Castello di Grumello, 2005, a cura di Philippe Daverio

Premio Michetti; Francavilla al mare, 2006, a cura di Philippe Daverio

Ritter, un’incisione per un affresco
Museo Archeologico Nazionale di Napoli, 2007, con presentazione di Philippe Daverio

Sol Invictus
Accademia di Brera, Milano, Sala Napoleonica, 2011, a cura del Dipartimento di Decorazione.

Sol Invictus
54ª Biennale di Venezia , 2011, a cura di Vittorio Sgarbi

Sol Invictus
Villa Mascolo, Portici,2012, con presentazione di Vincenzo Pacelli.

Rosso Armeno,
Castello di Grumello, 2014, a cura di Philippe Daverio

Threni,
Conferenza sul tema delle Lamentazioni inerenti all’omonima opera grafica, presso la Biblioteca del Palazzo Ducale di Sessa Aurunca, 2016, presieduta dal Vescovo S.E. Orazio Piazza.

Threni,
Palazzo Tagliaferro, 5 maggio, 2016

Art Marbella; Marbella, 2016


Media                                                                                                                                                                      

Philippe Daverio intervista l’artista nel suo studio per la trasmissione RAI Passepartout, gennaio 2005